itzh-CNenfrdejarues

Saint Tropez Costa Azzurra

La storia

Questo magnifico centro storico fu fondato da popolazioni Liguri e frequentato successivamente da etruschi e romani.
La sua posizione ottimale per lo sviluppo dei commerci, ha permesso all’antica Saint Tropez all’epoca chiamata Athénopolis di divenire un centro florido e ricco.

Saraceni, cavalieri di Malta e navigli commerciali, hanno influenzato nei secoli la struttura del villaggio rendendolo oggi,un vero gioiello architettonico ed una visita interessante a livello non solo storico ma anche culturale.

La meta preferita dal jet set internazionale

Saint Tropez è conosciuta a livello internazionale per essere una delle mete di V.I.P. di tutto il mondo.
Spiagge private, bar, locali di prestigio, hotel 4 stelle e ville di lusso, sono gli ingredienti che fanno di questo piccolo centro, la meta preferita dal turismo d’elite a cui piace “vedere e farsi vedere”.
Brigitte Bardot e molti altri personaggi dello star system, hanno contribuito negli anni sessanta a fare di Saint Tropez, il luogo estivo per eccellenza dove è bene esserci.

Ancora oggi Saint Tropez vanta di essere una meta prediletta dagli amanti delle “folli notti estive” a bordo di superyacht o in ville private da mille ed una notte, senza dimenticare i numerosi locali notturni che da anni animano ed affascinano visitatori occasionali o “habitués”.

Alle spalle del porto dove ormeggiano yacht, barche a vela e piccoli traghetti che raggiungono diversi piccoli porticcioli nella baia di Saint Tropez, troviamo numerosi negozi di tutti i generi, pescherie con banchi sempre ben forniti di pesce fesco e numerosi bar, ristorani e bistroit che si affollano durante le ore di pranzo, cena e dopocena.

Uscendo dal porto di Saint Tropez, mettendo la prua verso la parte terminale della baia, puntiamo verso Port Grimaud.

Port Grimaud è una città lacustre interamente privata, situato nel comune di Grimaud nel Varo. La città è stata costruita nel 1964 sulle lagune prosciugando le paludi su iniziativa dell'architetto François Spoerry, con l'apporto finanziario di capitali privati.

Port Grimaud sembra essere una seconda Venezia. La città è collegata da canali e piccoli ponti. Il parcheggio è vietato durante la stagione, e solo i residenti debitamente autorizzati possono entrare in città. Le acque contigue alle case costituiscono bacini privati per le barche dei residenti, rendendo Port Grimaud un porto turistico.

Nuove abitazioni sono state costruite nel 1974. La domanda di case è molto alta, e ciò ha comportato un significativo aumento dei prezzi di vendita. Ristoranti, bar e caffè hanno le loro terrazze in prossimità dei moli. Di sera la città e la laguna sono illuminate dalle case e dai ristoranti prospicienti all'acqua.

Port Grimaud è un villaggio interamente privato, comprese tutte le vie, piazze e spazi pubblici, mantenuti con oneri pagati dai proprietari.

All'interno della baia di Saint Tropez e in direzione di Ramatuelle ci sono numerose bellissime spiagge di sabbia chiara raggiungibili da terra e via mare. La più conosciuta e frequentata è la spiaggia di Pampelonne.

Questa immensa spiaggia di 4,5 km di sabbia bianca è classificata come "area naturale di grande interesse". Questa spiaggia pubblica conta anche una ventina di stabilimenti privati e locali ristorativi. Numerose attività nautiche intrattengono i numerosi turisti (pedalò, jet-ski, sci nautico, kayak…).